In questi anni A.N.I.V.P. non ha mai smesso di lamentare una sorta di assedio al nostro comparto, che ha pian piano visto scomparire quei pochi benefici che la sua specificità normativa comportava, vedendo invece aggravarsi esclusivamente obblighi, imposizioni e limiti. In accordo con le principali associazioni di categoria abbiamo pertanto deciso di richiamare l’attenzione del Ministero dell’Interno su alcune delle criticità che oggi ingessano organizzativamente ed economicamente il settore. Tre le tematiche portate all’attenzione delle istituzioni ministeriali con il documento allegato:

-  Tutela del perimetro delle attività di competenza esclusiva del personale decretato ex art. 138  TULPS

-  Qualificazione delle Imprese di Vigilanza Privata a seguito dell’applicazione del D.M. 269/2010 e 155/2014

-   L’ ”altra vigilanza” (intesa come i servizi fiduciari)

Auspichiamo che a breve possa aprirsi un confronto ai massimi livelli, che permetta di sgombrare il campo da equivoci e che fornisca agli operatori quei chiarimenti utili a poter tornare a vivere l’attività come opportunità e non solo come assolvimento di oneri burocratici. 


Position Paper associazioni datoriali-Febb 16.pdf

© 2013 A.N.I.V.P. - copy watchAssociazione Nazionale Istituti di Vigilanza Privata - Privacy e Note LegaliPowerd by: Altavilla Informatica made in Carism