Con il provvedimento n. 140973, diffuso il 17 dicembre 2012, l’Agenzia delle Entrate ha approvato il modello, con le relative istruzioni, per il rimborso della quota delle imposte sui redditi corrisposta in eccesso per effetto della mancata deduzione dell’IRAP relativa alle spese per il personale dipendente e assimilato (ai sensi dell’art. 2 comma 1-quater del DL 201/2011, conv. L. 214/2011).
Dal periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2012 (con effetto quindi sul modello UNICO 2013), è deducibile dall’IRPEF/IRES la parte di IRAP relativa alla quota imponibile delle spese per il personale dipendente e assimilato, al netto delle deduzioni di legge. In seguito alle modifiche introdotte dall’art. 4 comma 12 del DL 16/2012, è stato stabilito che la suddetta deduzione può essere fatta valere anche per i periodi d’imposta precedenti. In tal caso, al contribuente spetta il rimborso delle maggiori imposte sui redditi versate con riferimento ai suddetti periodi di imposta, per effetto della mancata deduzione, presentando debita domanda di rimborso.
Al momento, in attesa degli ultimi chiarimenti ministeriali il rimborso dovrebbe essere riferito agli esercizi 2007,2008,2009, 2010 e 2011 e l’istanza dovrà essere inviata secondo il programma di trasmissione allegato al provvedimento (Allegato C).


Istanza di rimborso Irpef-Ires.pdf

© 2013 A.N.I.V.P. - copy watchAssociazione Nazionale Istituti di Vigilanza Privata - Privacy e Note LegaliPowerd by: Altavilla Informatica made in Carism