L’art.50 del D.L. n.69/2013 (c.d. “Decreto Fare”), in vigore dal 22/06/2013, modificando il comma 28 dell’art.35 del D.L. n.223/2006, ha eliminato dall’ambito applicativo della disciplina di responsabilità solidale tra appaltatore e subappaltatore i versamenti dell’IVA dovuta in relazione al contratto di subappalto, conservandola solo per le ritenute fiscali sui redditi di lavoro dipendente.
La prima parte (per il resto la norma è rimasta invariata) del comma 28 dell’art.35 citato è stata infatti così riformulata: “In caso di appalto di opere o di servizi, l’appaltatore risponde in solido con il subappaltatore, nei limiti dell’ammontare del corrispettivo dovuto, del versamento all’erario delle ritenute fiscali sui redditi di lavoro dipendente dovute dal suappaltatore all’erario in relazione alle prestazioni effettuate nell’ambito del rapporto di subappalto. ….”




© 2013 A.N.I.V.P. - copy watchAssociazione Nazionale Istituti di Vigilanza Privata - Privacy e Note LegaliPowerd by: Altavilla Informatica made in Carism