Pandemia e decretazione GpG – Le Evidenze al Ministro

In uno con le altre Associazioni di categoria, A.N.I.V.P. ha inteso portare all’attenzione del Ministero dell’Interno l’enorme sforzo che le imprese di settore stanno facendo per garantire il presidio di tutte le commesse affidate.
La contingente situazione ha infatti reso evidente a tutti che le storiche procedure e gli interminabili tempi per decretare una GpG non sono più sostenibili per garantire una risposta adeguata al mercato di riferimento.

LA LETTERA CONGIUNTA AL MINISTERO DELL’INTERNO

Istituti certificati e licenze prefettizie: dati a confronto – Lo studio di A.N.I.V.P.

Istituti certificati e licenze prefettizie: dati a confronto
Lo studio di A.N.I.V.P.

In occasione dell’Assemblea associativa tenutasi il 12 ottobre, A.N.I.V.P. ha presentato lo studio intitolato Istituti certificati e licenze prefettizie: dati a confronto.

Effettuato tra aprile e agosto 2021, e aggiornato in ultimo al 9 ottobre 2021, lo studio si propone di fare il punto della situazione sugli Istituti di Vigilanza attualmente autorizzati ad operare in Italia: quali e quanti sono, e da quali Prefetture sono stati autorizzati.
Questi dati sono stati raccolti direttamente dalle Prefetture, sia da liste pubblicate sui siti di pertinenza, sia tramite un richiesta diretta alle Prefetture stesse.
I dati raccolti si riferiscono a oltre l’80% delle Prefetture Italiane, nonché a 421 Istituti di Vigilanza autorizzati da queste.

Interessanti alcuni dei risultati ottenuti, tra cui spicca la percentuale delle società di vigilanza autorizzate dalle Prefetture ma prive della certificazione DM 115/2014: ovvero l’11%. La Prefettura con il maggior numero di Istituti di Vigilanza autorizzati risulta, con poca sorpresa, quella di Roma.

Lo studio è liberamente consultabile cliccando qui.

Proroga porto armi fino al 29 luglio 2021

Con la circolare del 20 gennaio 2021 il Ministero dell’Interno ha chiarito che, vista la proroga dello stato di emergenza al 30 aprile 2021, le licenze di porto d’armi in scadenza dal 31 gennaio 2020 al 30 aprile 2021 sono prorogate fino al 29 luglio 2021, ossia 90 giorni dopo la cessazione dell’emergenza.

I libretti di porto d’armi e i libretti personali delle guardie giurate sui quali è rilasciata a licenza di porto d’armi saranno invece validi come documenti di riconoscimento fino al 30 aprile 2021

CIRCOLARE DEL 20/01/2021 MINISTERO DELL’INTERNO

 

 

Ok del Ministero all’applicazione della nuova 50518:2020

 

Il Ministero dell’Interno, con Decreto del Capo della Polizia, ha formalmente aggiornato le schede di verifica (check list) previste dal disciplinare del Capo della Polizia del 24/02/2015, rendendo così  pienamente applicabile il nuovo schema di certificazione portato dalla versione 2020 della UNI CEI EN 50518.

Da oggi l’obbligo degli Istituti di Vigilanza in merito a questa norma potrà essere assolto seguendo il nuovo schema ritenuto tecnicamente ed organizzativamente più semplice.

L’A.N.I.V.P. era intervenuta più volte con gli enti competenti per permettere l’applicazione della nuova release della norma, si ringrazia pertanto Accredia ed il Ministero dell’Interno per il lavoro svolto.

Da segnalare che sono state aggiornate anche le check list della norma UNI 10891:2000.

L’AGGIORNAMENTO DEL DISCIPLINARE DEL CAPO DELLA POLIZIA
ALLEGATO 1BIS
ALLEGATO 2BIS

 

Procedimenti Amministrativi – Sospensione Dei Termini

La Legge 24 aprile 2020 n. 27 (in vigore dal 30 aprile 2020) ha convertito con modificazioni il DL 17 marzo 2020 n. 18 (cd Cura Italia).

In sede di conversione sono state modificate le norme sulla sospensione dei termini dei procedimenti amministrativi che, quindi, superano le precedenti indicazioni fornite.

Nello specifico è stato modificato l’art. 103 secondo comma del DL 18/2020 e, per effetto di tale modifica, gli atti in scadenza tra il 31 gennaio 2020 ed il 31 luglio 2020 conserveranno la loro validità sino al 29 ottobre 2020.

Si allega la circolare del Ministero dell’Interno che riepiloga tutti i nuovi termini di scadenza con riferimento anche ad altre categorie interessate:

  • Termini Procedimentali
  • Termini per irrogare sanzioni ex art. 4 DL 19/2020
  • Termini per la comunicazione dei dati personali e della patente di guida
  • Proroga di validità di autorizzazioni, concessioni o altri titoli abilitativi o atti amministrativi in scadenza
  • Scadenza di validità della patente di guida
  • Proroga dei termini nel settore assicurativo
  • Notifica degli atti e dei verbali a mezzo posta

LA CIRCOLARE DEL MINISTERO DELL’INTERNO

Autorizzazioni in materia di armi e Istituti di Vigilanza: sospensione dei termini per 30 giorni

L’art. 9, comma 1 del DM 2 marzo 2020 ha sospeso per 30 giorni i termini per la conclusione dei procedimenti amministrativi relativi al rilascio delle autorizzazioni in materia, tra le altre, di armi e Istituti di Vigilanza e investigazione.

Il Dipartimento di Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno il 12 marzo ha emanato una circolare che, nel riprendere i contenuti del DM, fornisce indicazioni specifiche sull’operatività delle Aree di Polizia Amministrativa delle Prefetture e delle Divisioni PAS delle Questure .

Non fanno eccezione e sono pertanto sospesi anche i termini per le pratiche di rilascio/rinnovo della licenza per guardie giurate, Istituti di Vigilanza Privata e agenzie investigative, come pure per il rinnovo/rilascio del porto d’armi e l’iscrizione nei registri prefettizi per gli addetti alla sicurezza nei luoghi di pubblico spettacolo o intrattenimento.

Le richieste di rinnovo pertanto manterranno l’autorizzazione valida per ulteriori 30 giorni, mentre per i nuovi rilasci si aggiungono 30 giorni ai tempi già previsti dalla normativa.

In questo periodo sono da privilegiare i sistemi telematici per l’invio delle pratiche.

La Circolare del 12 marzo 2020

 

Nuova Regolamentazione per gli Steward

Sulla Gazzetta Ufficiale 197 del 23 agosto 2019 è stato pubblicato il decreto con cui il Ministero dell’Interno ha riscritto la regolamentazione per Organizzazione e servizio degli steward negli impianti sportivi.

Il nuovo disposto abroga il precedente decreto del 7 agosto 2007 e, nel recuperarne i punti cardine, si sofferma particolarmente sui requisiti, le modalità di selezione e la formazione del personale incaricato dei servizi di controllo dei titoli di accesso agli impianti sportivi ove si svolgono competizioni calcistiche, di accoglienza e instradamento degli spettatori e di verifica del rispetto del regolamento d’uso dell’impianto sportivo e le modalità di collaborazione con le Forze dell’Ordine.

Viene altresì istituto il libretto professionale personale dello Steward.

Scarica il decreto completo

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il suo funzionamento. Per acconsentire clicca sul pulsante "Accetta". Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, visita la Privacy Policy .